Libreria antiquaria
Bourlot

Dal 1848
Libri e stampe antiche

Libreria antiquaria
Bourlot


Hémisphère Occidental ou de Nouveau Monde - Hémisphère Oriental ou de l’Ancien Monde. Parigi, G. De La Haye, 1761.

Rari e dettagliati planisferi terrestri in scala 1:41,000,000 raffiguranti  l'emisfero terrestre Occidentale e Orientale alla vigilia del primo viaggio del capitano James Cook.

€ 3.600,00

Descrizione

Coppia  di incisioni originali eseguite su rame, acquerellate a mano all’epoca lungo i confini.
Impresse a Parigi nel 1761 da G. De La Haye, tratte dai disegni del cartografo francese Jean Baptiste Bourguignon D’Anville.
Rari e dettagliati planisferi terrestri in scala 1:41,000,000 raffiguranti  l'emisfero terrestre Occidentale e Orientale alla vigilia del primo viaggio del capitano James Cook.
Lungo la parte superiore titoli in francese su più righe.
Oggi giorno risultano di notevole interesse le imprecisioni geografiche e topografiche all'epoca, delineate su entrambe le carte.
1. Hémisphère Occidental ou de Nouveau Monde.
Un fiume, di dubbia esistenza, nell'Ovest dell'America settentrionale (R. courant à l'Ouest) è raffigurato con una linea tratteggiata dal lago Ouinipigon (Winnipeg). La parte centrale degli Stati Uniti non è ancora identificata. La città di San Francisco non è ancora stata definita e posizionata, ma Drake's Bay e altri toponimi in California sono presenti. Lo stretto di Magellano, la Terra del Fuoco e le coste cilene meridionali sono ancora in gran parte sconosciute, così come non sono raffigurate le regioni antartiche.
2. Hémisphère Oriental ou de l’Ancien Monde.
Le terre australi non sono state ancora scoperte, sono segnate solamente le coste dell'ovest. La Terra di Van Diemen galleggia a sud-est del continente. Così come le Filippine non sono ancora ben definite. L'Africa è ancora in gran parte inesplorata al suo interno, come la penisola arabica risulta ancora praticamente inesplorata.
Il geografo e cartografo Jean Baptiste Bourguignon D’Anville (*Parigi 1697 - †1782) venne nominato geografo del Re nel 1718. Durante la sua attività realizzò carte geografiche considerate le più attendibili all’epoca. Nel 1737 pubblicò un Atlas Général, diversi atlanti storici e numerosi trattati di geografia e meteorologia. Collaborò, per la parte geografica alla stesura de l’Encyclopédie ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiers di Diderot e D’Alembert. Fu inoltre eletto all’Académie des Inscriptions et Belles-Lettres 1754 e all’Académie des Sciences nel 1773.
Buono stato di conservazione delle due carte e dell’impressione. Cornici in noce chiaro.
cfr. Skelton 228.

Ti potrebbe interessare