Libreria antiquaria
Bourlot

Dal 1848
Libri e stampe antiche

Libreria antiquaria
Bourlot


La storia


La Libreria Antiquaria Bourlot nasce a Torino nel 1848 quando i giovani Vittorio e Pietro, discesi da Fenestrelle (Val Chisone), aprirono una bancarella di libri antichi sotto le arcate dei portici di piazza San Carlo.

Con il passare degli anni e di cinque generazioni, la bancarella, divenuta libreria, si è arricchita con acquisizioni di importanti biblioteche e collezioni, attirando l'attenzione dei curiosi, dei ricercatori e dei bibliofili.

Apparve, per l'ordine dei Bourlot, una vera rassegna di valori, tanto per eleganza quanto per la qualità dei libri offerti.

Ci permettiamo di ricordare, accanto al primo cittadino d'Italia, il Presidente Luigi Einaudi, alcuni nomi che nei tempi passarono in libreria e accarezzarono i nostri libri:

Umberto di Savoia, i Duchi d'Aosta e di Genova, Giuseppe Giacosa, Benedetto Croce, Achille Loria, Luigi Pirandello, Francesco Pastonchi, Ettore Petrolini, Arturo Toscanini, Roberto Tremelloni, Giovan Pietro Vieusseux, Ermete Zacconi, Giovanni Spadolini e molti altri conosciuti uomini politici, di cultura e spettacolo.

Nell'autunno del 1947 Gian Vittorio Bourlot, assieme ad altri 18 soci italiani, fu tra i fondatori dell' "Associazione Librai Antiquari d'Italia" (A.L.A.I.), all'epoca "Circolo dei Librai Antiquari".

Nel 1968 la libreria passò a Cesare Birocco, collaboratore fin dalla giovane età di Gian Vittorio Bourlot, affiancato nel 1988 dal figlio Marco che attualmente è il proprietario.

Oggi la libreria Bourlot si trova in un antico palazzo del '600, sotto i portici dell'elegante via Po, al numero civico 7.