Libreria antiquaria
Bourlot

Dal 1848
Libri e stampe antiche

Libreria antiquaria
Bourlot


Giglioli, Enrico Hillyer

Enrico Hillyer Giglioli, nacque a Londra il 13 giugno 1845, durante il periodo di esilio del padre Giuseppe, patriota emiliano, avvocato, medico e antropologo. La madre era la londinese Ellen Hillyer di Blakheath.
Nel 1948 il piccolo Giglioli arrivò in Italia con la famiglia, prima a Modena poi a Firenze, Torino e infine a Genova.
Durante la permanenza nel capoluogo ligure, dove seguì studi tecnici presso il Collegio nazionale, entrò in contatto con i preparatori dei musei e divenne amico di insigni naturalisti.
Nel 1860 seguì il padre a Pavia, ma presto, ottenuta una borsa di studio, fece ritorno a Londra alla Royal School of Mines dove conobbe Charles Darwin e studiò scienze naturali con Lyell, Owen, Huxley. Concluso il corso, raggiunse nuovamente il padre a Pisa e qui, nel 1864, si laureò in scienze naturali.Nel 1876 fonda la Collezione Centrale dei Vertebrati Italiani, che oggi porta il suo nome. Vertebrati e invertebrati marini, erano il suo campo di interesse accademico, ma fu anche un notevole ornitologo e fotografo amatoriale. Altro interesse che Giglioli coltivò per tutta la vita fu quello per gli studi antropologici, interesse che gli era stato trasmesso dal padre e che aveva trovato nel viaggio della “Magenta” ulteriori stimoli.
Partendo dalla raccolta privata di oggetti etnografici fatta durante il viaggio della “Magenta”, e sempre più accresciuta grazie alla rete di conoscenze di cui disponeva a livello internazionale, Giglioli creò una collezione di oggetti (accompagnata da una raccolta fotografica e da una biblioteca specializzata) che già nel 1888 si distinse nell'ambito degli studi etnografici come una delle maggiori mai realizzate.
Nel dicembre del 1909 Giglioli viene colto da malore mentre era a Roma per presiedere la Commissione per la pesca. Tornato a Firenze, muore la mattina del 16 dicembre 1909. Dopo la sua morte, e come da lui desiderato, nel 1913 l'intera collezione entra a far parte del Museo Nazionale Preistorico-Etnografico di Roma.

Ti potrebbe interessare