Twitter  IT EN
Prodotti in vetrina - Libreria Bourlot

Vue du pont sur la doire. Torino, Fossati, 1870 ca.

 

Litografia originale (mm 460 x 310 il foglio).
Eseguita a Torino nel 1870 circa da Emanuele Fossati, allievo della scuola istituita presso il Collegio Carlo Alberto di Moncalieri diretta da Francesco Chardon.
Rara esecuzione inserita entro ovale, raffigurante il ponte Mosca, uno dei ponti monumentali di Torino, è stato il primo ponte in pietra ad esser costruito nella città sabauda sulla Dora Riparia.
Nella parte inferiore centrale il titolo disposto su quattro righe.
Francesco Chardon, decano dei professori di disegno e litografia in Piemonte. Nel 1844 insegnava disegno, pittura e litografia al Real Collegio di Moncalieri, scuola dalla quale uscirono diverse litografie artistiche eseguite dagli allievi del Collegio.
Ottima conservazione.
cfr. Collezione Simeom, pag. 93.

Manzoni, Alessandro. I Promessi sposi. Milano, Vincenzo Ferrario, 1825 - 1826 (giugno 1827).

In-8°, opera in 3 volumi.
1° volume: pagg. [4], 352.
2° volume: pagg. [4], 368.
3° volume: pagg. [4], 416, [2] con errata.
Opera completa.
Legature in mezza pelle marrone coeva, piatti in carta marmorizzata, dorsi con nome dell’autore, titolo, fregi e numerazione in oro, tagli spruzzati.
Edizione originale della prima redazione del più celebre romanzo della letteratura italiana: I Promessi sposi, capolavoro di Alessandro Manzoni. Il nostro esemplare fa parte della prima tiratura, con la presenza degli errori non corretti nel terzo volume. La presente edizione, benché rechi le date 1825-1826, fu in realtà finita nel giugno 1827, da qui il nome “Ventisettana”, con il quale è universalmente conosciuta. I tre volumi furono stampati in una tiratura di duemila copie e poche altre impresse su carta velina; gli esemplari stampati sulla prima furono messi in vendita a 12 lire italiane, e presentavano una copertina di colore giallo avana; quelli in velina, più pregiati, costavano 20 lire; si impresse infine una tiratura limitata in velina grande, con le copertine azzurre e senza l’indicazione di prezzo.
Ottimo esemplare marginoso.
cfr. Parenti I 198; Salveraglio 21; F. Govi, I Classici che hanno fatto l’Italia, 295.

"Carte Astronomiche". Norimberga, Johann Baptist Homann, 1742.

 

 

Incisioni originali eseguite su rame, acquerellate a mano all’epoca (mm 580 x 495 circa l’impressione più margini).
Impresse a Norimberga nel 1742 da Johann Baptist Homann (*1664 - †1724) e inserite nel suggestivo trattato astronomico di Johann Gabriel Doppelmayr “Atlas Coelestis”.
Interessanti carte astronomiche viste secondo la teoria eliocentrica e geocentrica, raffiguranti i moti planetari, le costellazioni dello zodiaco secondo la rappresentanza della mitologia classica, i punti cardinali, i mesi e le stagioni, il sistema solare, globi e sfere armillari, e molto altro.
Sebbene queste mappe non arricchiscono fondamentalmente la scienza astronomica, contribuirono significativamente alla divulgazione della visione dell’universo.
Copiose descrizioni tecniche arricchiscono i fogli.

Galateri di Genola, Pietro. Armata Sarda. Uniformi antichi e moderni. Album dedicato a S. M. Il Re Carlo Alberto […] Torino, Lit. Doyen e C., 1844.


In-folio oblungo, frontespizio ornato e litografato con acquerellatura policroma coeva, indice su tre colonne entro ricca cornice litografata in color seppia, composta da stemmi, panoplie e figure allegoriche, 33 tavole eseguite in litografia con fine coloritura coeva ad acquerello, tutte protette dalle veline originali, raffiguranti varie uniformi militari del ducato di Savoia e del regno di Sardegna. Le figure spaziano nell’arco di tre secoli, dagli anni del duca Emanuele Filiberto (secolo XVI) a quelli di re Carlo Alberto, contemporaneo all’autore.
Legatura in mezza pelle blu notte, piatti marmorizzati con angoli in pelle, dorso riccamente decorato con titoli e ferri fitomorfi  impressi in oro.
Importante fonte iconografica militare dello stato sabaudo, arricchita dalle tavole litografiche ideate e disegnate dal capitano Pietro Galateri di Genola.
Album raffigurante gli eserciti sabaudi, durante un ampio escursus temporale, finemente miniate all'epoca. Tra le tante tavole è presente una dedicata alle uniformi dei Carabinieri, che consente di osservare l’evoluzione delle divise, dal 1814 al 1843, dal regno di Vittorio Emanuele a quello di Carlo Alberto.
Esemplare in ottimo stato conservativo. L’ottava tavola è leggermente più stretta di margine rispetto le altre.
cfr. Manno-Promis I 4653; Colas I 1156.

Foglio membranaceo miniato. Italia settentrionale, seconda metà XVI secolo.    

Grande foglio membranaceo (mm 468 x 682) proveniente da antifonario di fattura italiana settentrionale della seconda metà del XVI secolo, manoscritto ad inchiostro bruno, con grande capolettera “A” in alto a sinistra, i cui pigmenti utilizzati sono verde linfa, rosso cinabro e rialzi in oro.
Le caratteristiche stilistiche e l’esecuzione fanno presupporre per un’attribuzione nell’ambito italiano.
Testo liturgico cantato latino a caratteri gotici e disposto sul recto e sul verso con notazioni musicali in forma quadrata su pentagramma rosso.
Racemo lungo tutta la parte sinistra che incornicia e mette in evidenza il capolettera finemente istoriato.
Inchiostri luminosi e ottimamente conservati. Usuali e minime arricciature della pergamena.

Biblia cum concordantiis Veteris et Novi Testamenti et sacrorum canonum... Lione, Jacobu[m] Mareschal, 1526 - (in fine).



In-folio, 14 cc. non num. incluso il frontespizio, 296 pagg. num., 24 cc. non num.
Frontespizio in caratteri rossi e neri entro bordura con vignetta xilografica raffigurante San Geronimo, testo in latino e disposto su doppia colonna, molti capilettera xilografici istoriati entro vignette, svariate vignette in xilografia nel testo e una a piena pagina al verso della c. 227, molteplici sottolineature e postille manoscritte con manine. Completo.
Legatura del Seicento in pergamena semifloscia muta, titolo manoscritto lungo tutto il dorso, presenti quattro bindelle scamosciate per la chiusura. Sguardie rinnovate.
Rara e pregiata bibbia figurata. Prima edizione in-folio impressa da Mareschal a Lione. La prima impressa a Lione da Mareschal nel 1510 era in formato in-8°.
Buono stato conservativo. Minimi segni di umidità su poche carte e restauro ben eseguito sull’ultima carta, senza aver toccato minimamente il testo.
cfr. Graesse I 393.

 

Pagine: 12345
Logo Alai
Logo lila lilab