Twitter  IT EN
Featured products

Carroll, Lewis - Tenniel, Giovanni. Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie. Londra, Macmillan and Co., 1872.

In-8°, 6 cc. non num. inclusi l’occhietto, l’antiporta e il frontespizio, 189 pagg. num., 1 pag. non num.
Occhietto, antiporta con la Regina di cuori assieme al bonario marito, il Re di cuori, protetta da velina originale, frontespizio, 42 vignette nel testo di Giovanni Tenniel.
Completo.
Legatura editoriale in piena tela percallina arancione, triplice filetto impresso in oro ai piatti, al centro del piatto anteriore medaglione dorato contenente Alice che tiene in braccio un maialino al centro del piatto posteriore invece medaglione contenente la testa di Stregatto, titoli in oro al dorso, sguardie verdi, tagli dorati.
Primissima edizione italiana nella prima tiratura, illustrata da Tenniel (*Londra 1820 - †1914), con la traduzione a opera di Teodorico Pietrocòla-Rossetti (*Vasto 1825 - †Firenze 1883).
La presente si distingue dalla più comune edizione in seconda tiratura con la legatura in tela rossa e priva di filettatura. Il volume è molto fedele all’edizione originale impressa a Londra nel 1865 da Macmillan and Co.
Perfetto stato di conservazione della legatura e della carta, con la velina all’antiporta perfettamente conservata.
cfr. Vagliani P., Quando Alice incontrò Pinocchio, p.141.

Pharmacopoea taurinensis. Nunc primum edita jussu Augustissimi Regis. Torino, Giovanni Battista Chais, 1736.  

In-4°, 4 cc. non num. incluso il frontespizio, 246 pagg. num., 8 cc. non num.
Frontespizio figurato con marca tipografica raffigurante stemma sabaudo sormontato da corona reale e sostenuto da due leoni rampanti, testo in latino, capilettera istoriati, testatine e finalini, prefazione, cenni su “Pharmacopoea taurinensis”, 2 tavole incise su rame, fuori testo e più volte ripiegate raffiguranti apparecchi utili per la preparazione di alcolici tramite un processo chiamato distillazione, in fine indice.
Completo.
Legatura in piena pergamena semifloscia riutilizzata, piatti che lasciano intravedere scritture gotiche, dorso con tassello contenete titoli (non perfettamente leggibile).
Quest’opera contiene molti riferimenti a vini aromatizzati ed è la prima testimonianza ufficiale del cosiddetto “vinum absinthites” o “absinthium” comunemente conosciuto con il termine di vermut.
Conosciuto sin dal 400 a.c., si ritiene sia stato inventato da Ippocrate. Veniva ottenuto facendo macerare nel vino i fiori del dittamo di Creta e dell’artemisia absinthium. Questa ricetta base si arricchì nel corso del cinquecento con l’aggiunta delle spezie provenienti dall’India e dall’Africa (cannella, chiodi di garofano, noce moscata, rabarbaro, mirra, zenzero, legno di sandalo e zeodaria) e più tardi dall’America (vaniglia e corteccia di china). Venezia, capitale del commercio di spezie, divenne subito un importante centro di vini aromatizzati, alla quale si aggiunse in seguito il Piemonte, che grazie alla ricca disponibilità di vini bianchi e secchi e di piante spontanee delle Alpi e Prealpi (achillea, genziana, artemisia) contribuì enormemente all’espansione di questa particolare branca della liquoreria.
Prima e rara edizione
di questa raccolta di ricette e di metodi di preparazione di farmaci nella città di Torino.
Interessante opera in buono stato di conservazione.
cfr. Ferguson II 190; Blake 350.

Profil de la citadelle de Suze. comme elle se voit du costé de la ville ou se voit le paisage deseigné au naturel. 1630.

Incisione originale eseguita su rame, stampata in controparte (mm 540 x 370 l’impressione).
Impressa nel 1630.
Rara e dettagliata veduta prospettica del Forte di Santa Maria di Susa
.
In primo piano il ponte di San Rocco con la cappella e il musone di piazza Savoia. In secondo piano i mulini della Dora e il Convento dei Cappuccini. Sullo sfondo il mammellone della  Brunetta ancor privo di fortificazioni, il Forte di Santa Maria e il Rocciamelone.
Nell’angolo inferiore sinistro il titolo impresso in negativo entro cartiglio.
Come si evince dalla bibliografia dell’Ada Peyrot, Le Valli di Susa e del Sangone, esistono esemplari in controparte, come il presente.
Buono stato di conservazione della carta e dell’impressione.
cfr. A. Peyrot, Le Valli di Susa e del Sangone, tomo I, n° 38.

Pages: 1234567
Alai Logo
lila lilab Logo